Ago
02

Case per studenti: migliori con l’home staging

Settembre è il periodo degli studenti, di iscrizioni all’università, di test di ammissione, di matricole, di nuovi amicizie che si formano, di appartamenti da cercare, di traslochi, di saluti alla propria città natale e di nuove avventure.

È l’inizio dell’anno accademico, e nell’attesa di avere i risultati dei test delle facoltà a numero chiuso, gli studenti iniziano a cercare gli alloggi nelle città di destinazione.

È passato un bel po’ di tempo dall’ultima volta che ho cercato una stanza in affitto. La città era Roma e posso dire di aver visto davvero di tutto: gli alloggi nei convitti, camere separate da tendoni, stanze senza finestre, bagni senza lavandini, camere senza letti.

I tempi sono  cambiati e fortunatamente quei vecchi mobili che trovavo nelle case sono stati quasi tutti mangiati dalle tarme. Ikea ha reso la vita dei proprietari di immobili più semplice e quella degli studenti più gradevole.

Da agente immobiliare ed home stager, sento l’urgenza di dare qualche consiglio ai proprietari che stanno optando di dare in locazione la loro casa a studenti.

1. Non vi riducete all’ultimo minuto. Gli studenti cercano casa a partire da luglio e per il mese di luglio le case devono essere pronte per essere fotografate e viste.

2. Non vi affannate a mettere nell’appartamento da affittare tutto, ma proprio tutto quello che vi avanza in casa. Anche per gli appartamenti degli studenti vale la regola che serve solo l’essenziale (per le camere, letto, comodino, armadio capiente e scrivania)

3. Le pareti sono più belle se bianche. Eliminate carta da parati di ogni genere. Oltre ad essere più moderna, la casa risulterà più pulita e facile da pulire fra un anno accademico e l’altro.

4. Le pareti bianche sono più belle vuote, se i quadri che volete appendere arrivano direttamente dal XIX secolo. Gli studenti fuori sede amano anche personalizzare le case in cui vivono.

5. Vecchio e vintage non sono la stessa cosa.

6. Anche il bagno e la cucina sono stanze, non dimenticatele. Nella maggior parte dei casi, bastano pochi oggetti nuovi (e di poco costo) per farle sembrare completamente nuove.

7. Sì alle tende solo se sono leggere e fanno passare la luce.

Infine, non sottovalutate mai l’aiuto che, anche in questo campo degli affitti, può darvi un agente immobiliare specializzato.

Volete un esempio di come dovrebbe essere allestita una casa per accogliere gli studenti?
Appartamento staged

Per mettere in affitto la tua casa in zona universitaria e trarne la migliore rendita possibile, contattaci all’indirizzo info@homingimmobiliare.it